A Paolo Casadio e Olimpio Talarico il Contropremio Carver 2017

Lascia un commento

novembre 13, 2017 di Prospektiva: laboratorio letterario tra festival e premi, tra inviti alla lettura e sentieri narrativi.

 Sono la “La quarta estate” di Paolo Casadio (Piemme) e “Amori regalati” di Olimpio Talarico (Aliberti) i libri vincitori della sezione narrativa della quindicesima edizione del Contropremio Carver.

I premi sono stati assegnati sabato 11 novembre a Lucca presso l’auditorium del centro culturale Agorà.  La giuria del Contropremio letterario Carver guidata da Andrea Giannasi ha voluto premiare la ricerca narrativa e la volontà di scrivere storie per conoscere il nostro passato. Il Carver del resto ha sempre seguito la logica del premiare i libri e non i nomi o i marchi editoriali. Nato a Roma nel 2003 il contropremio è giunto alla quindicesima edizione.

Per la sezione saggistica ha vinto il primo premio: “Rose de Freycìnet. Una viaggiatrice clandestina a bordo dell’Uranìe negli anni 1817-1820” a cura di Federico Motta (edizioni Il Frangente). Nella sezione poesia ha vinto la raccolta: “Pietre e amarene” di Chiara Nobilia (Giovane Holden).

La giuria ha voluto assegnare il premio speciale a “E pensare che c’entravamo tutti” di Giancarlo Marino (Homo Scrivens).

Durante l’evento è stata assegnata anche la terza edizione del premio Prospektiva 1.0 dedicata ai manoscritti inediti. A vincere l’edizione 2017 con la pubblicazione con Tralerighe sono: “Cinque tulipani” di Nicola Rinaldo (di Verona) e il testo “Alla gatta morta” di Ugo Criste proveniente da Genova.

La giuria ha tenuto a sottolineare l’alto valore dei partecipanti volendo citare nel comunicato finale anche gli altri finalisti. Per la narrativa: “La disertora” di Barbara Beneforti; “La dodicesima nota” di Lev Matvej Loewenthal; “E pensare che c’entravamo tutti” di Giancarlo Marino; “Il giorno dell’assoluzione” di Annalisa Venditti. Per la poesia: “Poesie del taschino” di Giovanni Cavazzuti; “Il cielo di scorta e altre offerte della settimana” di Anna Martinenghi; “Modalità silenziosa” di Emma Pretti; “Fiori di luce” di Walter Viaggi; “R:existance” di Edoardo Olmi.

E infine per la saggistica:  “Il confine umano vite in cerca di pace” di Patrizia Angelozzi in collaborazione con  Consorzio Matrix; “La committenza Medicea nel Rinascimento. Opere, architetti, orientamenti linguistici” di Maria Vitiello; “Italiano urgente. 500 anglicismi tradotti in italiano sul modello dello spagnolo” di Gabriele Valle; “Meglio di niente. Le fondamenta della civiltà europea” di Danilo Breschi; “Regressione suicida dell’abbandono disperato di Emil Cioran e Manlio Sgalambro” di Salvatore Massimo.

Ringraziamenti per il coordinamento dell’evento a Cristina Cipolloni e Roberto Zappaterreni di Prospettiva editrice che da anni gestisce la segreteria del premio.

Appuntamento all’edizione numero sedici con il nuovo bando già disponibile. Scadenza per partecipare: 30 giugno 2018.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

Statistiche del Blog

  • 62,554 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: