A proposito della balena spiaggiata sul mare Jonico di Cropani e del festival letterario

Lascia un commento

luglio 31, 2015 di Prospektiva: laboratorio letterario tra festival e premi, tra inviti alla lettura e sentieri narrativi.

A proposito di una balena spiaggiata di fronte la costa jonica del mar Mediterraneo (che non era un incendio con elicotteri e canadair ma proprio una balena spiaggiata).onestà-prospektiva-calvino

E’ accaduto che una bella balena la sera del 30 luglio del 2015 si è spiaggiata proprio a Cropani e la gente prima ha cercato di spingerla in mare per salvarla e poi alla fine ha chiamato i carabinieri che son venuti di corsa hanno invitato tutti ad allontarsi e poi hanno chiamato la guardia forestale provinciale perchè avevano di meglio da fare. I provinciali – o polizia che sembra più figo chiamarli così ma sono sempre vigili – dicevo i vigili dopo aver accertato che la balena occupava sì il suolo pubblico ma non aveva padrone a cui far pagare la multa, hanno chiamato i veterinari provinciali che sono accorsi. Nel frattempo i poliziotti forestali in tenuta verde da provinciali avevano avuto una chiamata per via di certe lasagne pronte. Ma non si è capito bene.

I veterinani giunti sul posto dopo aver più volte detto a voce alta “minchia com’è grande sta’ balena”, armati di una scaletta di alluminio si sono issati sulla pancia cercando il battito del cuore. Non avendolo trovato hanno sentenziato: “la balena è morta” e la folla dopo un sommesso “ooohhh…” e molti segni della croce – alcuni si sono persino messi in ginocchio – ha incominciato ad aver fame e vista l’ora tarda s’è avviata verso casa.

Smontata la scaletta di alluminio anche i veterinari si son defilati e il proprietario del lido ha chiamato i vigili del fuoco.

Tipo: “vigili del fuoco dica…”

“Guardate c’è una balena spiaggiata qui al mio lido, sono venuti tutti ma ora son rimasto solo e stasera si balla cubano e sinceramente potrebbe dare noia”.

Dopo una interminabile conversazione del tipo ci sono gli incendi, le cavallette, il maremoto, mia suocera è scesa da Torino, il vigile ha gridato: “mio dio non ci posso credere…” e ha agganciato.Poi è successa una cosa di quelle che non succedono mai nella realtà.

É passato un pulman di giapponesi.

E non erano vegani.

Giuseppe, il proprietario del lido a quel punto ha pensato che la festa cubana poteva trasformarsi nel più grande sushi bar della riviera calabrese versante ionio.

Al mattino della balena si parlava solo ad un piccolo festival su a Cropani superiore.

E un nome su tutti: Angelo Tolomeo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del Blog

  • 74.879 visite
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: