Sten: quante storie sul numero 56 di Prospektiva

Lascia un commento

ottobre 9, 2013 di Prospektiva: laboratorio letterario tra festival e premi, tra inviti alla lettura e sentieri narrativi.

simplicissimus-prospektiva-56

E ci siamo ecco il 56.
Lo vedete. Prospektiva non è una rivista precisina con tutte le cose al posto giusto. Quindi tutto diviso tra saggistica, racconti, poesie, interviste, articoli, recensioni, presentazioni e quant’altro. No. Tutto è volutamente casuale. Come un flusso di pensieri che cade.
Troverete quindi pezzi di ogni genere, composti, disegnati da penne differenti.
Ovviamente, per evitare di perdere la bussola e la testa, se andate in fondo trovate anche l’indice.

Prima di ogni cosa il numero contiene pezzi intorno al femminicidio. Non potevamo non parlarne. Il diario di una giovane mamma vittima di violenze, il significato della parola femminicidio (secondo noi), e “Donne senza orgasmo” di Ippolita Luzzo.
Anche per questo il numero 56 è dedicato al complotto – il perché del complotto lo sa gianluca pitari – dove incontrate cose che vanno da Guy Debord (tradotto da Enrico Bonadei), al titolista de La Domenica del Sole 24 Ore diretta da Armando Massarenti; e ancora da Don Chisciotte, agli ebook; da Arturo Paoli, alla Vespa come oggetto semiotico di Andrea D’Alessandro. Un reportage in Siria di Michela A.G. Iaccarino e discorsi intorno alla tristezza come metodo di Ivan Pozzoni.

Dentro anche Ötzi e il futuro di Emilio Bertoncini; Bene di Carmine Torchia; L’acribia in Cristina Campo di Dario Lodi; Non siamo mica gli americani di Nunzio Belcaro.
E poi racconti di Francesco Scardone, Mauro Orletti, Lorenzo Carbone, Roberto Marzano, Bianca Consiglio, Monica Dini. E senza dimenticare Margherita Lollini.

Abbiamo anche letto “In territorio nemico” della Scrittura Industriale Collettiva e parlato di Aldo Moro  (tutto è inutile, quando non si vuole aprire la porta), di Piero Calamandrei e della Costituzione Romana.
Infine la necessità del nulla, per ripartire.
Poi c’è anche altra roba qua e là che leggendo scoprirete su questo numero chiuso in redazione alle 16,08 dell’8 ottobre 2013.

E abbiamo quasi finito, ma mica poteva mancare una nota. Eccola. Solo qui e soltanto qui in questa sorta di articolo di presentazione troverete nomi e cognomi in maiuscolo. Oltre li abbiamo tolti perché ci piacerebbe avere solo nomi di battaglia come Fra Diavolo o Belgrado (sic).

Gli autori del numero 56 sono (e qui torniamo al minuscolo):
gianluca pitari – gianluca galimberti – guy debord –enrico bonadei – andrea giannasi – michela a.g. iaccarino – angelo tolomeo – carmine torchia –stefano carnicelli – emilio bertoncini – ivan pozzoni – roberto marzano – nunzio belcaro – dario lodi – ippolita luzzo – francesco scardone – mauro orletti –lorenzo carbone – bianca consiglio – monica dini – margherita lollini – arturo paoli – andrea d’alessandro.

Le librerie dove trovare Prospektiva sono (a partire da metà ottobre):

Libreria Minimum fax – Roma
Libreria Mieleamaro – Cagliari
Galleria del Libro – Civitavecchia (Roma)
Libreria Bocù – Verona
Libreria Imprevisti e probabilità – Roma
Libreria Odradek – Milano
Libreria Ubik  – Catanzaro
Libreria Ubik  – Lucca
Libreria Incontri – Jesi
Libreria Zammù – Bologna

Per chi la vuole direttamente a casa deve inviare una email a redazione@prospektiva.it
E ora è veramente tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: